niguarda logo

Erasmus

Con il programma “Erasmus” gli studenti hanno l’opportunità di vivere un’esperienza di studio all’estero (frequenza di corsi, sostenimento di esami, preparazione della tesi, attività di ricerca, di laboratorio e clinica), ottenendo il riconoscimento nella propria carriera accademica delle attività formative svolte, purché raggiungano risultati positivi.

Per studiare all’estero nel quadro di “Erasmus” gli studenti devono superare una selezione. Questa avviene, di norma, a seguito di un colloquio con i docenti responsabili del Programma.
Gli studenti che soggiornano all’estero per studio o per tirocinio usufruiscono di una borsa di studio quale contribuzione alle spese di mobilità.
Il bando di Ateneo e i bandi di Facoltà o di corso di studio vengono solitamente pubblicati sul sito dell’Università degli Studi di Milano a fine gennaio e inizio febbraio e scadono dopo un mese.
Il soggiorno all’estero può avere una durata di 3 – 4 mesi.
Gli studenti in mobilità sono ritenuti a tutti gli effetti iscritti presso l’Università straniera ospitante, la quale non richiederà loro il pagamento di alcuna tassa o contributo (per frequenza, iscrizione ad esami, immatricolazione, utilizzo di laboratori e biblioteche) ad eccezione di un eventuale contributo per spese di segreteria.



La nostra esperienza

i racconti degli studenti che hanno partecipato al progetto

Bellanova Federica (Valencia – Spagna), erasmus 2010/2011

“Quando sentivo parlare qualcuno che era stato in Erasmus mi chiedevo se fosse davvero un'esperienza così unica e indimenticabile come la descrivevano tutti. Ebbene sì, mi sono resa conto che lo è eccome! È un'esperienza che fa crescere, sia dal punto di vista umano che dal punto di vista professionale, ci si ritrova in situazioni completamente nuove potendo contare solo su se stessi e permette di venire a contatto con realtà ospedaliere diverse da quelle a cui siamo stati abituati. Mi sono arricchita moltissimo con questa esperienza ed ho anche imparato una lingua che conoscevo poco; non smetterò mai di consigliare agli studenti di partire per l’Erasmus, perché occasioni così non capitano spesso e lasciano qualcosa di davvero unico”.

De Brasi Alessandra (Bruxelles – Belgio), erasmus 2010/2011

“Un'esperienza di tirocinio all'estero è senza dubbio una grande opportunità per imparare a lavorare e scoprire le proprie potenzialità perchè prima di tutto questa esperienza, nel suo piccolo, nel breve tempo che ci viene concesso dal programma, insegna a gestire la propria vita e rafforzare il senso di responsabilità. Ammetto che non sia per nulla facile integrarsi in una routine completamente diversa. Cosa ho imparato? Mai arrendersi di fronte alle difficoltà perchè le soddisfazioni arrivano e talvolta anche in modo sorprendente. Questo ho imparato durante il mio tirocinio in ospedale a Bruxelles. Lo rifarei per altre cento volte”.

img01 img02 img01 img02

NEWS

10/12/2015

SALUTI DALLA NOSTRA STUDENTE ERASMUS: NATALIA

+
28/10/2015

CONOSCIAMO ERASMUS?

+
18/02/2015

ESPERIENZA ERASMUS

+
3/06/2014

dalla Svezia...

+
26/04/2013

NEWS DAL BELGIO

+